Assistenza disabili

        


Handicap

Chi è la persona con handicap

La legge 104/92 dice che è persona handicappata colui che presenta minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

Dove presentare la domanda

L'art. 20 della legge 3 agosto 2009, n. 102 di conversione in legge, con modifiche, del decreto legge del 1 luglio 2009, n. 78 prevede che, a decorrere dal 2 gennaio 2010, le domande per ottenere i benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete di certificazione medica, devono essere presentate all'I.N.P.S. secondo modalità stabilite dall'ente medesimo.
Per informazioni rivolgersi al numero verde che ci è stato comunicato dall'I.N.P.S.: 803164

La Certificazione dello stato di Handicap è indispensabile:

  • Per ottenere agevolazioni fiscali per le spese sostenute per sussidi tecnici informatici

  • Per acquisto di autoveicoli e per i loro adattamenti alla condizione di handicap

  • Per esenzione del bollo di proprietà dell'autoveicolo acquistato

  • Per la detrazione del costo dell'acquisto dell'autoveicolo dalla dichiarazione dei redditi

  • Per agevolazioni sui mezzi pubblici, autotranvie, treni (carta blu ferroviaria)

  • Per usufruire sul posto di lavoro di permessi retribuiti, compresi i familiari

  • Per l'assegnazione di case popolari

  • Per altre agevolazioni sociali

 

Torna inizio pagina


Disabilità

Chi è il disabile

La legge 102/3/1999 n. 68 mette in relazione l'invalidità civile, il sordomutismo, la cecità civile, ma anche l'invalidità derivante da infortunio sul lavoro e da cause di guerra alla capacità lavorativa, al fine di agevolare l'inserimento nel mondo del lavoro e promuovere politiche di mercato del lavoro a favore delle persone affette da menomazioni.

Quali requisiti per presentare domanda di disabilità

Per inoltrare la domanda occorre, in alternativa:

  • Avere una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% (invalidità civile);

  • Avere un'invalidità del lavoro superiore al 33% accertata dall'Inail;

  • Essere persone non vedenti, cioè colpite da cecità assoluta o con residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi;

  • Essere sordomuti, cioè colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata;

  • Essere invalidi di guerra.

Dove presentare la domanda

L'art. 20 della legge 3 agosto 2009, n. 102 di conversione in legge, con modifiche, del decreto legge del 1 luglio 2009, n. 78 prevede che, a decorrere dal 2 gennaio 2010, le domande per ottenere i benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete di certificazione medica, devono essere presentate all'I.N.P.S. secondo modalità stabilite dall'ente medesimo.
Per informazioni rivolgersi al numero verde che ci è stato comunicato dall'I.N.P.S.: 803164

Benefici

I disabili che aspirano ad un'occupazione in base alle loro capacità lavorative dichiarate dalla Commissione medica devono iscriversi in un apposito elenco tenuto dai Centri per l'Impiego che redigono una graduatoria pubblica dei disabili disoccupati.
La L.68/99 riconosce quote di riserva per i lavoratori affetti da menomazioni. L'art. 3 afferma che i datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti ad avere alle loro dipendenze lavoratori disabili nella misura di:

  • 7% degli occupati nelle aziende che hanno più di 50 dipendenti

  • 2 disabili, nelle aziende che hanno da 36 a 50 dipendenti

  • 1 disabile, nelle aziende che hanno da 15 a 35 dipendenti (se il datore di lavoro è privato, questa quota si applica solo in caso di nuove assunzioni).

 

Torna inizio pagina


Invalidità

Chi è l'invalido civile

È quella persona che ha un deficit di capacità lavorativa a causa di una patologia o di un evento traumatico.

Chi è il cieco civile

Colui che ha un grave deficit visivo a causa di fattori congeniti o acquisiti non imputabili a causa di guerra, infortunio sul lavoro o a causa di servizio (L.382/70).

Chi è il sordo civile

Colui la cui sordità, comparsa prima dell'apprendimento del linguaggio parlato, ne ha impedito la normale acquisizione (L.381/70).

Dove presentare la domanda

L'art. 20 della legge 3 agosto 2009, n. 102 di conversione in legge, con modifiche, del decreto legge del 1 luglio 2009, n. 78 prevede che, a decorrere dal 2 gennaio 2010, le domande per ottenere i benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete di certificazione medica, devono essere presentate all'I.N.P.S. secondo modalità stabilite dall'ente medesimo.
Per informazioni rivolgersi al numero verde che ci è stato comunicato dall'I.N.P.S.: 803164

Benefici

Gli invalidi civili in funzione del grado di invalidità hanno diritto ai seguenti benefici: 

 

%Benefici
33,3 Dichiarazione di invalidità civile e
concessione di protesi ed ausilii
46 Iscrizione liste di collocamento, facoltà di essere dichiarato disabile *
51 Concessione cure termali*
67 Diritto esenzione ticket*
74 Diritto assegno mensile*
100 Diritto pensione invalidità*
100 + I.A. Diritto pensione invalidità ed indennità di accompagnamento*

* I benefici sono da considerarsi in aggiunta a quelli relativi ai gradi di invadilità inferiore

I non vedenti hanno diritto:

  • a protesi, ortesi ed ausili

  • esenzione del ticket

  • pensione

  • indennità di accompagnamento (per cecità totale)

  • indennità speciale (per cecità parziale)

I sordo civile hanno diritto:

  • a protesi, ortesi ed ausili

  • esenzione del ticket

  • pensione

  • indennità di comunicazione

Come ottenere gli ausilii

Per ottenere ausili (carrozzina, letto ortopedico, scarpe ortopediche, ecc.) a spese totale o parziale del Servizio Sanitario Nazionale è necessario essere riconosciuti invalidi civili, sordomuti o non vedenti. È possibile richiedere il rilascio di un attestato provvisorio nei casi in cui venga documentata una situazione di particolare gravità ed urgenza.
In alcuni casi è anche possibile ottenere ausilii indipendentemente dal riconoscimento di invalidità civile essendo sufficiente la prescrizione di un medico specialista di struttura pubblica attestante la patologia e il tipo di ausilio necessario.

Dove richiedere gli ausilii

Rivolgersi agli sportelli dei Distretti Sanitari

 

Torna inizio pagina