Notizie

Roadshow cronicità

Imm Roadshow cronicitLa spesa a livello UE per le malattie croniche è pari a circa 700 miliardi di euro l’anno ed in Italia i malati cronici sono 24 milioni, assorbendo una gran parte delle risorse riversate in sanità.

Il PNC approvato con Accordo sancito dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le PPAA di Trento e Bolzano il 14 settembre 2016, avrebbe dovuto portare alla riorganizzazione dell’assistenza sanitaria e allo spostamento sul territorio dei trattamenti socio sanitari delle principali patologie croniche (come ad es° diabete, asma, BPCO, CV) con lo sviluppo di una diversa cultura orientata alla presa in carico proattiva delle persone con fragilità e cronicità tramite servizi di prossimità.

Solo un deciso intervento in questa ottica potrà consentire che il processo di miglioramento della qualità assistenzale, si sviluppi in coerenza con l’esigenza di contenimento e di razionalizzazione della spesa sanitaria.

 

Incontriamoci per prevenire gli incidenti domestici

Buccia di bananaIniziativa della struttura di prevenzione dell’Asl TO5. Il primo incontro il 21 novembre all’Unitre di Chieri

Gli incidenti domestici rappresentano per la sanità pubblica un argomento sul quale porre particolare attenzione, soprattutto nella fase della prevenzione, per evitare conseguenze rilevanti in termini di disabilità, ricoveri e mortalità.
La categoria di persone in assoluto più colpita è rappresentata dalle donne, in particolare le casalinghe, coinvolte in oltre il 70% degli incidenti domestici, gli anziani, i disabili e i bambini, soprattutto i più piccoli.

Per questa ragione l'Asl TO5 si sta impegnando attraverso diverse iniziative tra cui programmi di prevenzione scolastica e incontri informativi rivolti alla cittadinanza, in particolare alla popolazione anziana.

Per il mese di novembre e dicembre sono previste alcune conferenze dedicate al tema della sicurezza domestica:

21 novembre 2019 dalle ore 16.00 alle 18.00 Unitre Chieri
Le sicurezze domestiche: attento a come ti muovi e a cosa mangi
Salone Convento San Domenico Chieri

29 novembre 2019 dalle ore 15.30 alle 17.30 Unitre Moncalieri
Prevenzione incidenti domestici
Via Real Collegio 20-Moncalieri

4 dicembre 2019 dalle ore 16.00 alle 18.00 Unitre Poirino
Non facciamoci del male: La sicurezza domestica nella popolazione anziana
Ex Scuole Gaidano Via Roma 17- Poirino

12 dicembre 2019 ore 18.30 alle 20.00 ASSAM S.S.D.R.L.
La palestra del benessere: come prevenire gli infortuni domestici
Sala conferenze Comollo del complesso San Filippo, ingresso via S. Filippo, 2-Chieri

Il mercoledì delle mamme

mermamme

Iniziativa in collaborazione tra Asl TO5, Comune di Chieri e Cav

Iniziativa promossa nell’ambito del percorso di infermieristica di quartiere in collaborazione stretta tra i servizi sanitari territoriali, il Comune di Chieri e il Cav. All’interno della “Cittadella del Volontariato” tutte le mamme che frequentano il centro sono invitate ad incontri di sensibilizzazione sulle tematiche relative alla maternità e alle esigenze delle donne più in generale. Verranno accolte da personale infermieristico e ostetrico dell’Asl TO5, dagli educatori del Comune e dal personale del Cav. Quattro sono gli incontri. Si terranno il mercoledì in orario mattutino (dalle 9 alle 11) con ingresso aperto e gratuito.

Al termine si svolgerà una visita guidata nella struttura del Distretto di piazza Silvio Pellico per prendere visione dei servizi erogati i cittadini.

Queste le date e le tematiche affrontate nei corsi, così come da locandina allegata.

20 novembre
Parliamo di donna in gravidanza

4 dicembre
Parliamo di mamma che aiuta il figlio nella crescita

11 dicembre
Parliamo di mamma che si prende cura del figlio

29 gennaio
Parliamo di donna e di mamma

17 novembre – Giornata Mondiale del Bambino Prematuro

GMPLa struttura di Neonatologia e l’associazione “Amici della Neonatologia del Santa Croce” organizzano alcuni momenti informativi e di sensibilizzazione sull’argomento.
La giornata ha il patrocinio della Città di Moncalieri

 

Il prossimo 17 novembre si svolgerà la “Giornata mondiale del bambino prematuro”.

I neonati prematuri sono piccoli e fragili, sono bambini che cominciano la loro vita in salita perché hanno bisogno di maggiori cure, sostegno e attenzione.

In quella giornata l’Asl TO5 in collaborazione con l’Associazione Amici della Neonatologia dell’Ospedale Santa Croce di Moncalieri organizza due momenti di sensibilizzazione. Il primo alle ore 16, al 45° parallelo Nord, si terrà un Flash Mob al quale sono invitate tutte le mamme. E’ previsto un saluto dell’Amministrazione comunale di Moncalieri che ha concesso il Patrocinio della Città.

Il secondo presso l’ospedale Santa Croce, dove si svolgerà, dalle 14 alle 20, l’iniziativa “Porte aperte in Neonatologia” . Ci saranno momenti di incontro, informazione ma anche iniziative di spettacolo con un gruppo di clown.

Il Comune, insieme al patrocinio, nella notte tra il 16 e il 17 illuminerà l’arco di ingresso alla Città di colore Lilla.

Ricerca Sponsorizzazione

Ricerca Sponsor

AVVISO DI SPONSORIZZAZIONE
per la realizzazione del progetto formativo dell'ASLTO5:

"Modelli, logiche e strumenti di operations management per la progettazione dei percorsi logistici dei pazienti chierurgici e medici"

L'ASL TO5 intende realizzare il progetto formativo in opggetto, rivolto ai medici e infermieri con funzioni di coordinamento afferenti alle strutture chirurgiche e mediche aziendali.

 

 

Convenzionamento per l'accertamento idoneità alla pratica sportiva

medicina dello sport

Convenzionamento tra l'ASL TO5 e le strutture sanitarie private per l'accertamento dell'idoneità specifica alla pratica sportiva agonistica per atleti dilettanti minorenni - Anni 2020/2021

Azienda Sanitaria Locale TO5 Piazza Silvio Pellico 1, 10023 Chieri - tel.011.9429.1 - C.F. e P.I. 06827170017,  informa che coloro che sono interessati al convenzionamento per l'accertamento dell'idoneità specifica alla pratica sportiva agonistica per atleti dilettanti minorenni, di cui alle LL.RR. 22/85 e 33/87 e s.m.i., dovranno far pervenire apposita richiesta.

Modalità di inoltro della richiesta

La richiesta dovrà essere redatta utilizzando il seguente modello:


La domanda dovrà pervenire, entro il termine del 20 novembre 2019, con invio a mezzo PEC, attraverso posta raccomandata A.R., o mediante consegna a mano.

Requisiti di ammissione alla convenzione

Possesso dei requisiti stabiliti con deliberazione del Consiglio Regionale n. 206-C.R.4744 del 26/03/1996 e relativa autorizzazione regionale.

Riferimento unico per l'inoltro delle domande di convenzione

Azienda Sanitaria Locale TO5
Piazza Silvio Pellico 1, 10023 Chieri
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La presente comunicazione non vincola in alcun modo l'Amministrazione che si riserva la facoltà di emettere nuovi avvisi ad integrazione, oppure di non dar corso al presente avviso nel caso in cui non vi sia la necessità di stipulare la convenzione, senza che ciò dia diritto a pretese e/o rivendicazioni di sorta.
Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del 27/04/2016, si informa che il titolare del trattamento dei dati comunicati è L'Azienda Sanitaria ASL TO5.

Per eventuali informazioni contattare:
Dipartimento di Prevenzione
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 011 94294656

 

Campagna vaccinazione antinfluenzale 2019

Immagine InfluenzaIl virus di quest’anno sarà più aggressivo degli anni passati

La campagna di vaccinazione antinfluenzale per l’anno 2019 in Piemonte è partito il 28 ottobre. Come negli anni scorsi la vaccinazione sarà praticata dai medici di Medicina Generale e dai pediatri di Libera Scelta che hanno aderito all’iniziativa. Nella campagna sono coinvolti anche i farmacisti che, in virtù dell’accordo siglato dalla Regione con Federfarma e Assofarm, consegneranno i vaccini ai medici e ai pediatri. I farmacisti si impegnano anche a sensibilizzare i pazienti sull’importanza della vaccinazione.

L’offerta gratuita della vaccinazione riguarderà tutti i soggetti sopra i 65 anni e coloro con meno di 65 anni che soffrono di diverse malattie croniche (respiratorie, cardiache, renali, metaboliche come il diabete, ecc.), dove l’influenza può peggiorare il quadro della malattia di base. La vaccinazione è inoltre raccomandata per una serie di persone che lavorano in servizi pubblici di particolare interesse collettivo come il personale sanitario, le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, ecc., le donne in gravidanza o lavoratori a contatto con allevamenti o trasporto di alcune categorie di animali. Per tutte le donne in gravidanza nel terzo trimestre deve essere praticata una dose di vaccino contro tetano-difterite-pertosse al fine di proteggere il bambino nei primi mesi di vita contro la pertosse.

Da alcuni anni per la classe di età dei 65enni è raccomandata la somministrazione congiunta, da fare una volta sola nella vita, della vaccinazione contro le polmoniti e le meningiti da pneumococco nonché quella contro l’Herpes Zoster, comunemente detto Fuoco di Sant’Antonio. Tutte sempre gratuite dal proprio medico di Medicina Generale.

Lo scorso anno in Piemonte, tra la metà di ottobre e la fine di aprile, l’influenza ha colpito circa 640.000 persone (il periodo di massima attività si è registrato tra la metà di gennaio e l’inizio di marzo 2019). L’influenza fa anche aumentare gli accessi al Pronto Soccorso e i ricoveri in ospedale ed è un’importante causa di assenza dal lavoro. Per questo è meglio prevenire, con la vaccinazione, le conseguenze più gravi. Durante la stagione influenzale 2018-2019 sono state somministrate in totale circa 670.000 dosi di vaccino antinfluenzale.

Come sarà il virus influenzale di quest’anno
Più aggressivo e rischioso. E' questo l'identikit del virus dell'influenza stagionale 2019-2020 che non arriverà prima di fine novembre. I nuovi ceppi virali sono già presenti nel nostro paese (il primo virus è stato isolato a Parma, il 25 settembre scorso) ma l'epidemia esploderà solo con il freddo.

Si prevedono 6 milioni di italiani a letto, una stima inferiore rispetto allo scorso anno, che invece ha visto interessati 8.000.000 di Italiani.

E’ importante chiarire ancora una volta la differenza tra virus parainfluenzali e influenza classica. "Spesso l'efficacia della vaccinazione viene messa in discussione per una mancata conoscenza delle differenze tra i virus che sono protagonisti dell'influenza e che la vaccinazione contrasta e i virus (ne esistono oltre 250) responsabili di forme simil-influenzali che hanno sintomatologie diverse e che spesso vedono protagoniste le alte vie respiratorie (tosse, raffreddore e mal di gola)".

L’influenza vera e propria si manifesta con febbre alta oltre i 38 gradi dolori osteoarticolari/muscolari insieme a tosse, raffreddore, mal di gola".
In assenza di complicanze, dura in media 4-5 giorni ma può protrarsi fino ai 7 giorni.

L’arma più efficace per difendersi dall’influenza è il vaccino

Raccomandato dai 6 mesi di età in su, è offerto gratuitamente ai soggetti più a rischio, a partire dagli over 65, ma anche alle persone di qualsiasi età affette da malattie respiratorie croniche, malattie cardiocircolatorie, diabete, insufficienza renale cronica, malattie degli organi emopoietici, tumori, alle persone immunosoppresse (per esempio i malati di Aids), e ancora chi soffre di malattie infiammatorie croniche, epatopatie croniche e patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici. Oltre, ovviamente, a medici e personale sanitario, forze di polizia, addetti all'allevamento animale. Tra i gruppi a rischio le donne in gravidanza rappresentano il più importante dei gruppi a rischio per se stesse e per il feto.
Lo scorso anno nel nostro territorio si è raggiunta una copertura degli over 65 del 52%. Quest’anno si auspica una maggiore adesione alla vaccinazione, l'obiettivo che quest’anno ci si propone è quello di riuscire a vaccinare il 75% delle persone che fanno parte di queste categorie. Gli over 65 nella nostra azienda sono circa 80.000.

E’ importante sapere che Il vaccino non contiene nessun virus e non può causare l’influenza.

Ci vogliono circa 2 settimane perché il vaccino sviluppi la protezione e questa dura per tutta la stagione influenzale.
Anche quest’anno sarà disponibile un vaccino in grado di proteggerci da ben 4 tipi diversi di virus influenzali H1N1, H3N2, B Victoria e B Yagamata


Le controindicazioni al vaccino sono molto poche: allergie molto severe ad alcuni componenti del vaccino, storie precedenti di sindrome di Guillain-Barré. Il vaccino deve essere temporaneamente evitato in caso di affezioni febbrili.

Il vostro medico curante saprà consigliarvi nel modo migliore.

Per la popolazione adulta dai 14 anni in su la vaccinazione antinfluenzale sarà disponibile negli studi dei medici di medicina generale dell’AslTO5 a partire dal 28 ottobre.

Per la popolazione pediatrica compresa tra 6 mesi a 14 anni che presenta le condizioni di rischio sanitario prima elencate il vaccino è somministrato dai servizi vaccinali dell’AslTO5.

La prenotazione del vaccino per la popolazione pediatrica può essere effettuata tramite telefonata ai seguenti numeri:
distretto di Chieri 01194293699
distretto di Moncalieri - Nichelino 0116806808
distretto di Carmagnola 0119719441

Alcuni semplici consigli utili

Considerato che la trasmissione interumana del virus dell’influenza si può verificare per via aerea attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce ma anche attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.
Per la popolazione in generale è importante seguire 4 regole per ridurre la possibilità di contagio interumano:

  1. Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici)
  2. Buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani)
  3. Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale
  4. Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali ambulatori etc.)

Un gesto semplice ed economico, come il lavarsi spesso le mani, in particolare dopo essersi soffiati il naso o aver tossito o starnutito, costituisce un rimedio utile per ridurre la diffusione dei virus influenzali, così come di altri agenti infettivi.
Tale gesto sottovalutato rappresenta sicuramente l’intervento preventivo di prima scelta, ed è pratica, riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra le più efficaci per il controllo della diffusione delle infezioni anche negli ospedali.

 

 

 

 

“Animali sociali e benessere globale. Il miglioramento della qualità della vita attraverso animali natura e territorio”

 img151119Il prossimo 15 novembre dalle 9 alle 17 presso il dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Torino in largo paolo Braccini 2 a Grugliasco.

Destinato a tutte le professioni sanitarie, l’evento nasce dall’esigenza di presentare una panoramica aggiornata sulle attività e le competenze professionali in cui gli animali domestici vengono coinvolti in percorsi terapeutici, assistenziali e riabilitativi. L’evento si inserisce nelle celebrazioni dei 250 anni della fondazione della facoltà di Medicina Veterinaria di Torino.

 

“Peso e benessere”, torna l’Obesity Day

OD2019pIl 10 ottobre iniziative in diversi punti dell’Asl TO5

La 19esima edizione dell’Obesity Day 2019 che ricorre giovedì 10 ottobre propone un focus su “Peso e Benessere”. Si tratta di una campagna nazionale di sensibilizzazione sulla prevenzione ed il trattamento di sovrappeso ed obesità alla quale aderiscono vari Centri sparsi su tutto il territorio nazionale, promossa dall’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI).

L’ASL TO5 ha aderito anche quest’anno alla giornata nazionale “OBESITY DAY” il 10 ottobre 2019 attraverso la Struttura Semplice Igiene della Nutrizione che è riconosciuta dall’ADI, ormai da diversi anni, come Centro Obesity Day, creando una rete in collaborazione con i Distretti di Chieri, Carmagnola, Moncalieri e Nichelino, la S.C. Pediatria e Neonatologia del Presidio Ospedaliero “Maggiore” di Chieri, la S.C. Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale del Presidio Ospedaliero “Santa Croce” di Moncalieri, la S.C. Cardiologia del Presidio Ospedaliero “Santa Croce” di Moncalieri ed i Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta dell’ASL TO5.

L’obesità è una condizione causata nella maggior parte dei casi da stili di vita scorretti: da una parte, un’alimentazione ipercalorica con scarso consumo di frutta e verdura e dall’altra un ridotto dispendio energetico a causa di inattività fisica. L’obesità è quindi prevenibile. Rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica a livello mondiale sia perché la sua prevalenza è in costante e preoccupante aumento non solo nei Paesi occidentali ma anche in quelli a basso-medio reddito sia perché è un importante fattore di rischio per varie malattie croniche, quali diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumori.

L’Obesità è una malattia da affrontare in maniera integrata. In Italia è sovrappeso oltre 1 persona su 3 (36%, con preponderanza maschile: 45,5% rispetto al 26,8% nelle donne), obesa 1 su 10 (10%), diabetica più di 1 su 20 (5,5%) e oltre il 66,4% delle persone con diabete di tipo 2 è anche sovrappeso o obeso.

In totale, sovrappeso e obesità rappresentano il quinto più importante fattore di rischio per mortalità globale e i morti causati dall’obesità sono almeno 2,8 milioni/anno nel mondo.

Sembrerebbe che i costi diretti legati all’obesità in Italia siano pari a 22,8 miliardi di Euro ogni anno e che il 64% di tale cifra venga speso per l’ospedalizzazione.

Le informazioni sui comportamenti correlati a questo problema di salute che riguarda la popolazione dell’ASL TO5 sono state tratte, per i bambini (8-10 anni), dalla Sorveglianza nazionale “OKkio alla Salute 2016” e per gli adolescenti (11, 13 e 15 anni) dalla sorveglianza internazionale Health Behaviour in School-aged Children (HBSC 2014), condotte dalla S.S. Igiene della Nutrizione – S.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione ASL TO5; per gli adulti i dati sono stati tratti dalla Sorveglianza nazionale “Passi” condotta dalla S.C. Igiene e Sanità Pubblica ASL TO5.

La “fotografia” scattata nel 2016 dalla Sorveglianza OKkio alla Salute nell’ASL TO5 su 22 classi della scuola primaria, (460 bambini) evidenzia il mantenimento della leggera diminuzione della percentuale di bambini tra gli 8 e i 9 anni in eccesso ponderale, che risulta essere quasi 1 bambino su 4 (23,5%), di cui il 17% dei bambini è in sovrappeso (21% è il dato nazionale) e 5% obeso (10% è il dato nazionale); tali valori che nel 2012 erano del 18% per il sovrappeso e l’8% per l’obesità.

Per quanto riguarda l’alimentazione, i bambini dell’ASL TO5 consumano poca frutta e verdura e pochi fanno una colazione adeguata, infatti soltanto 1 bambino su 10 consuma frutta e verdura (11% dato ASL TO5 rispetto all’8% del dato nazionale) secondo le raccomandazioni di almeno 5 porzioni al giorno e 3 bambini su 5 fa una colazione adeguata (57% dato ASL TO5 identico al dato nazionale). Mentre 1 bambino su 10 non fa una attività fisica sufficiente (dato identico a quello nazionale).

Nella sorveglianza internazionale HBSC 2014, in Piemonte sono state campionate complessivamente 159 classi, la prima e la terza classe della scuola secondaria di primo grado (scuola media) e la seconda della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore). Gli adolescenti coinvolti nell’indagine sono stati 2.300 rappresentativi delle classi di età 11, 13 e 15 anni.

Tra i paesi partecipanti all’indagine internazionale HBSC, l’Italia rimane, però, nelle prime due fasce d’età considerate, uno dei paesi che ha le più alte percentuali di sovrappeso e obesità: tra i ragazzi in sovrappeso o obesi il 20% degli 11enni, circa il 19% dei 13enni e il 15% dei 15enni. In generale sono i maschi ad avere percentuali più elevate di sovrappeso o obesità.

Il 21,5% dei ragazzi piemontesi che mangia frutta una volta al giorno tutti i giorni, contribuiscono, insieme ai 20,7% di quelli che ne consuma più di una volta al giorno, a raggiungere la quota del 40% circa che ne consuma una o più volte al giorno.

Il 19,9% dei ragazzi che mangia verdura una volta al giorno tutti i giorni, contribuiscono, insieme ai 18,1% di quelli che ne consuma più di una volta al giorno, a raggiungere la quota del 38% circa che ne consuma una o più volte al giorno.

Fare attività fisica regolare non sembra un’abitudine diffusa fra gli adolescenti piemontesi: il 6% dei ragazzi non fa alcuna attività fisica, quindi è sedentario quasi 1 ragazzo su 10, solo il 17% raggiunge la frequenza di almeno 6-7 giorni la settimana.

Secondo i dati del Rapporto Passi 2016 (riferito agli anni 2012-2015), nell’ASL TO5, degli adulti tra i 18-69 anni di età, quasi quattro persone (37%) su dieci risultano essere in eccesso ponderale (37% dato regionale). Gli adulti dell’ASL TO5 consumano poca frutta e verdura, infatti soltanto il 5,4% (10,7% dato regionale) consuma al giorno almeno le 5 porzioni raccomandate, mentre il 31,2% (53,2% dato regionale) ne consuma almeno 3 porzioni. Gli adulti sedentari dell’ASL TO5 sono il 53,8% (32,8% dato regionale), quindi una persona su due.

Le iniziative previste sono:

  • 10 ottobre 2019 adesione alla Giornata Nazionale “OBESITY DAY”:
    • apertura gratuita al pubblico dell’ambulatorio nutrizionale della Struttura Semplice Igiene della Nutrizione dell’ASL TO5 di Via San Francesco D’Assisi 35 a Nichelino, 3° Piano dalle 09.00 alle 13.00. L’appuntamento pomeridiano, dalle 15.30 alle 17.30 si svolgerà presso l’infopoint del Parco Miraflores (Boschetto) di Nichelino dove il personale della S.S. Igiene della Nutrizione fornirà informazioni sui corretti stili di vita.
    • apertura gratuita al pubblico dell’ambulatorio nutrizionale itinerante della Struttura Semplice Igiene della Nutrizione presso la sede del Distretto di Chieri in Piazza Silvio Pellico n° 1 a Chieri, Primo Piano, stanza n° 6, dalle 09.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
  • 11 ottobre 2019 proseguimento della Giornata Nazionale “OBESITY DAY”:
    • apertura gratuita al pubblico dell’ambulatorio nutrizionale itinerante della Struttura Semplice Igiene della Nutrizione dell’ASL TO5 presso la sede del Distretto di Moncalieri in Via Vittime di Bologna 20 a Moncalieri, Secondo Piano, stanza n°10 dalle 09.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
    • apertura gratuita al pubblico dell’ambulatorio nutrizionale itinerante della Struttura Semplice Igiene della Nutrizione presso la sede del Presidio Ospedaliero San Lorenzo di Carmagnola in Via Ospedale n°13, Zona ambulatoriale adiacente al punto prelievo – Piano terra dalle 09.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00. La popolazione residente nel territorio dell’ASL TO5 potrà rivolgersi in queste sedi, senza prenotazione e gratuitamente per effettuare una rilevazione del peso, della statura, della circonferenza addominale e per ricevere consigli, informazioni, suggerimenti su una corretta alimentazione e la lettura critica delle etichette dei prodotti alimentari. Tutti coloro che parteciperanno riceveranno, inoltre, materiale informativo e una valutazione scritta del proprio stato nutrizionale.
  • la S.C. Pediatria e Neonatologia del Presidio Ospedaliero “Maggiore” di Chieri insieme all’Associazione di volontariato del Bambino in ospedale (ABIO) promuove per i bambini ricoverati in reparto l’iniziativa “QUATTRO PASSI IN REPARTO”, nella quale si farà giocare i bambini cominciando con una passeggiata simbolica lungo il corridoio del reparto per poi organizzare giochi che promuovano il movimento divertendosi. In tale occasione si ricorderà sia ai bambini che ai genitori l’importanza dell’attività fisica come comportamento fondamentale per prevenire l’obesità infantile. Inoltre il personale sanitario distribuirà ai genitori dei bambini ed ai visitatori materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
  • la S.C. Pediatria – Terapia Intensiva Neonatale del Presidio Ospedaliero “Santa Croce” di Moncalieri promuove l’iniziativa attraverso il personale sanitario che distribuirà ai genitori dei bambini ed ai visitatori materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
  • la S.C. Cardiologia del Presidio Ospedaliero “Santa Croce” di Moncalieri distribuirà ai propri pazienti ed ai visitatori materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
  • Medici di Medicina Generale ed i Pediatri di Libera Scelta dell’ASL TO5 forniranno ai propri assistiti per prevenire l’Obesità consigli e materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica, in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
  • ottobre 2019– prosegue in questo mese la “Prevenzione dell’Obesità”:
    • l’ambulatorio dell’Obesità infantile della S.C. Pediatria e Neonatologia del Presidio Ospedaliero “Maggiore” di Chieri fornirà ai suoi piccoli utenti, oltre che ai genitori, consigli e materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica, in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
    • l’ambulatorio della Dietologia pediatrica della S.C. Pediatria – Terapia Intensiva Neonatale del Presidio Ospedaliero “Santa Croce” di Moncalieri fornirà ai suoi piccoli utenti, oltre che ai genitori, consigli e materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica, in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
    • Medici di Medicina Generale ed i Pediatri di Libera Scelta dell’ASL TO5 forniranno, ai propri assistiti per prevenire l’Obesità, consigli e materiale informativo su una corretta alimentazione ed attività fisica, in rete con la S.S. Igiene della Nutrizione.
    • 16, 23 e 30 ottobre: prosegue l’attività dell’ambulatorio nutrizionale della Struttura Semplice Igiene della Nutrizione dell’ASL TO5 di Via San Francesco D’Assisi n° 35 a Nichelino, 3° Piano. La popolazione residente nel territorio dell’ASL TO5, prenotata precedentemente in tali date, si rivolgerà in questa sede, per effettuare una consulenza nutrizionale. Tutti coloro che accederanno all’ambulatorio nutrizionale riceveranno, inoltre, materiale informativo.

AVVISO AI FORNITORI

nsoObbligo di trasmissione ordini di acquisto tramite la piattaforma NSO.

Si comunica che è in corso di aggiornamento la data di decorrenza prevista dall'art.3 del Decreto Ministeriale 7 dicembre 2018. A tal riguardo, il MEF comunicherà le date in cui entrerà in vigore per le aziende del Servizio Sanitario Nazionale e i loro fornitori, l’obbligo di inviare esclusivamente in via telematica attraverso il Nodo di Smistamento Ordini ("NSO") i documenti attestanti gli ordini per l’acquisto di beni o servizi e la loro esecuzione.

Per tutte le informazioni si rimanda alla pagina dell'ASLTO5 e/o al sito del Ministero delle Finanze