Anagrafe Canina

Se nasce una cucciolata...

Tutti i cani devono essere identificati entro il 60° giorno di vita o comunque prima di qualsiasi cambiamento di proprietà dell'animale.
I proprietari delle cucciolate o di cani non identificati possono rivolgersi per l'identificazione entro i tempi prescritti sia al Servizio veterinario dell'ASL di residenza  sia al medico veterinario di fiducia autorizzato all'applicazione dei microchip (con pagamento di parcella). Per l'intervento è necessario recarsi all'appuntamento con il cane, protando con sé documento d'identità e codice fiscale.
NON è in ogni caso necessario rivolgersi agli Uffici comunali per la compilazione della scheda segnaletica poichè tutte le informazioni necessarie vengono rilevate direttamente dal veterinario identificatore.
Se il cane acquistato è già stato identificato, è necessario segnalare al Sevizio veterinario il cambio di proprietà dell'animale.

Se perdo il cane...

Nel caso di smarrimento del cane il proprietario deve farne segnalazione alla polizia Municipale del comune di residenza entro 3 giorni dallo smarrimento.

Se trovo un cane...

Nel caso di ritrovamento di un cane è necessario darne subito comunicazione alla Polizia Municipale. Se il cane è identificato, tramite l'anagrafe canina è possibile risalire immediatamente al suo proprietario.

Per allevatori e commercianti di cani...

Dal 5 novembre 2004 è vietato cedere o vendere cani non identificati con il microchip. Per le procedure rivolgersi al Servizio veterinario dell'ASL.

Regole per portare un cane, un gatto, un furetto all'estero...

I proprietari di cani, gatti, furetti che vogliono portare i propri animali all'estero devono farsi rilasciare dal Servizio Veterinario dell'ASL di residenza il "passaporto per animali da compagnia".
Per il rilascio è necessario recarsi al Servizio Veterinario muniti di documento in corso di validità e codice fiscale e che:

  • il cane sia identificato con tatuaggio leggibile o microchip e registrato nell'anagrafe canina regionale;

  • il gatto o il furetto sia identificato con microchip;

  • venga presentata l'attestazione di vaccinazione del medico veterinario di fiducia e le altre attestazioni sanitarie richieste e riportate nella circolare esplicativa della Regione Piemonte prot. 13206/27/03 relativa alle regole per il rilascio del documento.

 

Per maggiori dettagli si vedano le Linee Guida Regionali